Donne Impresa

28 Novembre 2017

coldiretti donne impresa venezia

LE IMPRENDITRICI DI COLDIRETTI VENEZIA APRONO LA FASE DEI RINNOVI

L’OPERATRICE DIDATTICA TIZIANA FAVARETTO CEDE IL TESTIMONE ALLA CEREALICOLTRICE RAFFAELLA VERONESE CASTELLANI (DONNE IMPRESA VENETO)” LE AZIENDE IN ROSA LE PIU’ CREATIVE, SONO IL 30% DELLA BASE SOCIALE

 28 novembre 2017 – Donne Impresa Coldiretti Venezia apre la fase dei rinnovi e annuncia a Mestre la nuova Responsabile Raffaella Veronese di Cavarzere. E’ stata Tiziana Favaretto, operatrice didattica ed agrituristica di Meolo che ha guidato il movimento delle imprenditrici per otto anni, a cedere il testimone alla giovane cerealicoltrice con esperienza sindacale più che decennale nell’ambito zonale e provinciale. All’evento erano presenti il direttore Giovanni Pasquali e il presidente Jacopo Giraldo che hanno sottolineato l’importanza della presenza femminile in agricoltura che conta il 30% della base sociale di Coldiretti. “Quelle “rosa” sono le aziende più creative – ha detto Pasquali – gli esempi sono infiniti: dalle fattorie sociali nelle loro mille espressioni al servizio nella ristorazione di ‘agritata’, dalla pesca al recupero degli antichi cereali, dalla bachicoltura alle colture alternative che sostengono le intolleranze alimentari. Insomma, l’esercito femminile di Coldiretti non è più silenzioso ed è il fiore all’occhiello di una associazione che ha sempre considerato l’impegno delle dirigenti in tante conquiste, riconoscendo da sempre la parità di genere”. Nel salutare il passaggio delle consegne, Franca Castellani responsabile regionale ha commentato la serietà con cui Tiziana Favaretto ha partecipato ai tavoli istituzionali portando la voce dell’agricoltura nelle istanze politiche ed economiche. “Lasciamo in eredità – ha detto rivolta alla platea – un bagaglio di idee che sono ora progetti, tradotti in azioni positive nei confronti dei consumatori, in leggi regionali, in libri per l’infanzia e in convegnistica dove i concetti di arte, bellezza e paesaggio si sono coniugati con la campagna. La prossima sfida è rivolta alla scuola agli insegnanti, ai bambini e ai genitori con i quali stringiamo da sempre un’alleanza per la dimensione nutrizionale, educativa e ambientale. La capacità di relazione e di intesa non deve mai essere trascurata per saldare la buona reputazione presso la società che passa attraverso i mercati agricoli, i laboratori in classe e le tante opportunità di incontro con i cittadini”.

In conclusione non sono mancate le parole del presidente provinciale Jacopo Giraldo che rinnovando l’accoglienza al gruppo nella struttura organizzativa ha precisato la massima attenzione alle attività di Donne Impresa dedicando un pensiero ai casi di violenza che riempiono le pagine dei giornali e allo sfruttamento delle lavoratrici nel mondo. “Anche se il nostro comparto in questo senso sembra non essere interessato – ha detto – vi chiedo di tenere alta la tensione su questi temi, affinchè non ci siano solo giornate dedicate ma una sensibilità diffusa e quotidiana”.

 

SHARE ON :
POST CORRELATI