Donne Impresa

26 Febbraio 2016

coldiretti donne impresa toscana

Rete Fattorie Didattiche della Toscana

A seguito della certificazione del Decreto Dirigenziale 5802 del 1/12/2015 è possibile presentare la DUA (Dichiarazione Unica Aziendale) sul sito di Artea per iscriversi nell’Elenco delle Fattorie didattiche e utilizzare il logo "Rete delle Fattorie Didattiche della Toscana".

Come indicato all’art. 20 del regolamento n. 74/2014, per iscriversi all’elenco delle Fattorie Didattiche della Toscana l’imprenditore agrituristico che già svolge attività didattiche di cui all’art. 14 della legge 30/2003 che si configurano come fattorie didattiche e/o utilizzano tale denominazione, per proseguire tale attività deve adeguarsi alla nuove norme sulle fattorie didattiche, senza interrompere il proprio operato, entro il 31 dicembre 2016.

Per l’iscrizione in Elenco oltre all’adeguamento alla normativa (l.r. 30/2003 e Reg. 46/2004 come modificati nel 2014) l’imprenditore deve aggiornare o presentare la DUA sul sito di Artea (opportunità l.r. 30/2003-Agriturismo o fattorie didattiche non in ambito agrituristico) e la SCIA al Comune di riferimento. Dopo è possibile iscriversi in Elenco tramite l’apposita DUA (opportunità l.r. 30/2003 Rete Fattorie Didattiche-Richiesta utilizzo logo ed inserimento in elenco) e scaricare il logo "Rete delle Fattorie Didattiche della Toscana" per la realizzazione del cartello da porre all’ingresso dell’azienda.

L’ufficio agriturismo ufficioagriturismo@regione.toscana.it rimane a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Tra le risorse correlate il disciplinare (allegato A) per l’iscrizione nell’elenco delle Fattorie didattiche e per l’uso del logo.

SHARE ON :
POST CORRELATI