Donne Impresa

14 Febbraio 2018

coldiretti donne impresa parma

Il Progetto di Educazione alla Campagna Amica  con il relativo concorso “Un tempo per ogni cosa. I ritmi  dell’agricoltura come guida ad una corretta alimentazione e al rispetto dell’ambiente”, promosso da Coldiretti in collaborazione con Donne Impresa, è entrato nel vivo con l’incontro con gli insegnanti per la consegna della dispensa e  materiale didattico a supporto del lavoro che stanno svolgendo insieme agli oltre mille alunni delle  scuole dell’infanzia, elementari  e medie di Parma e provincia aderenti al progetto. Il materiale e la dispensa didattica – è stato sottolineato all’incontro –  contengono un’ampia gamma di suggerimenti e stimoli per approfondire e sviluppare il tema assegnato. Come ha evidenziato il Presidente di Coldiretti Parma Luca Cotti, il tema del tempo può essere affrontato dalle scuole sotto diverse declinazioni, dal raffronto tra agricoltura del passato  e quella dell’oggi all’agricoltura di precisione e del km zero, dall’influenza del tempo e dei cambiamenti climatici sull’agricoltura e i suoi prodotti sino alle sfide dell’agricoltura di domani. Ma anche il valore del tempo nella nutrizione e nella cura dell’orto.

All’incontro hanno portato il loro contributo Simonetta Franzoni in rappresentanza dell’Ufficio Territoriale di Parma (ex provveditorato), la dottoressa  Alessia Malizia biologa-nutrizionista che ha parlato dei tempi di una corretta alimentazione e la dottoressa Marida Angotti psicologa  dell’associazione  Fanep Onlus, che ha trattato il tema dei disturbi alimentari nell’età evolutiva. Sui contenuti, metodi e tempistica del concorso si è soffermata Paola Ferrari, referente provinciale Coldiretti per il progetto Educazione alla Campagna Amica, e per la presentazione della rete regionale Coldidattica, che associa le imprese agricole impegnate in attività educative rivolte alla scuola o altre tipologie di utenza, è intervenuto Maria Adelia Zana responsabile regionale Campagna Amica per Coldiretti Emilia Romagna. Uno spazio è stato dedicato alle fattorie didattiche Coldiretti, in rappresentanza delle quali erano presenti Casanuova di Tizzano e il Gelso di Traversetolo, nelle quali gli alunni possono fare esperienze formative a diretto contatto con la terra, l’ambiente e i prodotti del territorio e imparare facendo e divertendosi. Ai numerosi insegnanti intervenuti all’incontro sono stati proposti oltre alle visite nelle fattorie didattiche, anche incontri in aula, laboratori del gusto e uscite nei caseifici e nei  mercati di Campagna Amica per mettere a diretto contatto gli alunni con il mondo della produzione e far toccare loro con mano le attività e i prodotti dell’agricoltura del nostro territorio.  Le classi che hanno aderito al progetto/concorso realizzeranno poi elaborati come espressione di quanto appreso nell’ intero percorso, che, come ogni anno,  avrà il suo coronamento con la festa di premiazione e la mostra di tutti i lavori prodotti dalle scuole.

SHARE ON :
POST CORRELATI