Donne Impresa

8 Febbraio 2017

coldiretti donne impresa parma

COLDIRETTI INCONTRA LE SCUOLE

Con la consegna del materiale didattico è entrato nel vivo il progetto educativo “Paesaggio rurale e prodotti tipici”

Genius loci, paesaggio e produzioni tipiche del territorio, tradizioni locali, relazioni tra l’uomo, l’ambiente e l’agricoltura sono state al centro dell’incontro promosso da Coldiretti Parma per gli insegnanti delle scuole Materne, Elementari, Medie e Superiori aderenti al progetto di Educazione alla Campagna Amica per l’anno scolastico 2016-2017 sul tema “paesaggio rurale e produzioni tipiche”.

Il Progetto, realizzato in collaborazione con Coldiretti Donne Impresa e patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, ha già registrato per la provincia di Parma l’adesione di oltre 1000 alunni che con i rispettivi insegnanti seguiranno il percorso didattico proposto da Coldiretti per tutta la durata dell’anno scolastico.

Dopo il saluto e i ringraziamenti del Presidente di Coldiretti Parma Luca Cotti e del Direttore Alessandro Corsini, si è entrati nel vivo con l’intervento del Presidente Luca Cotti.  “L’obiettivo del progetto – ha sottolineato Luca Cotti – è quello di avvicinare le nuove generazioni alla conoscenza del territorio, della relazione tra paesaggio rurale e prodotti tipici, dell’importante ruolo dell’agricoltura nella tutela dell’ambiente e nella produzione del cibo e di fornire loro utili informazioni per una sana e corretta alimentazione”.

“Siamo convinte – ha detto Mara Pratissoli Responsabile provinciale Coldiretti Donne Impresa portando il saluto delle imprenditrici agricole – che bisogna partire dalla giovane età per formare adulti del domani responsabili e consumatori attenti e consapevoli. E in questo percorso di crescita desideriamo dare il nostro fattivo contributo anche attraverso questa nostra iniziativa”.

Del valore formativo ed educativo del progetto ha parlato Paola Ferrari – referente provinciale di Educazione alla Campagna Amica – mettendo in luce l’opportunità di rendere l’esperienza più viva e partecipata attraverso uscite nelle fattorie didattiche, incontri in classe, laboratori del gusto, visite ai mercati di Campagna Amica, in aziende agricole e di trasformazione, nei Musei del Cibo.

All’incontro è stata consegnata agli insegnanti la dispensa presentata da Maria Adelia Zana, responsabile regionale Campagna Amica, che ha illustrato alcuni dei passaggi principali contenuti nel materiale didattico. “Ogni comunità – ha sottolineato Zana – è strettamente legata al proprio paesaggio, per questo comprenderne l’origine è fondamentale per rafforzare tanto il valore identitario quanto il rispetto”.

Delle fattorie didattiche e dell’esperienza diretta che i ragazzi possono realizzare con i percorsi previsti dalle fattorie stesse ha parlato Monica Azzoni Presidente Associazione Fattorie didattiche.

Un ulteriore contributo all’approfondimento del tema oggetto del concorso è stato portato dal Direttore dei Musei del cibo Giancarlo Gonizzi, che, insieme a Roberta Mazzoni, ha presentato le opportunità fornite dai Musei del Cibo e le relative attività educative.

Gli stimoli forniti all’incontro – conclude Coldiretti – sono stati apprezzati dagli insegnanti che insieme agli alunni svilupperanno le tracce di lavoro del progetto per presentare poi a Coldiretti i loro elaborati, in vista della festa finale in cui saranno premiati i migliori elaborati prodotti dalle scuole.

SHARE ON :
POST CORRELATI