Donne Impresa

Azienda Agricola “Tina” di Lenarduzzi Fausto Dino e Barbara S.S

15 Giugno 2020

Azienda Agricola “Tina” di Lenarduzzi Fausto Dino e Barbara S.S

Riconosciuta dalla regione
Via Casa Pascutto, , 33095 , PN, Friuli-Venezia Giulia, Italia
• 3476433446

L’azienda è situata in aperta campagna ed ha una superficie di 20 ettari in cui si coltivano l’actinidia, la vite, il mais e la soia; sono presenti delle aree a bosco, tra cui un parco botanico con 50 specie di alberi e arbusti autoctoni ed un frutteto con alberi da frutto spontanei e delle aree a pascolo per le oche, le anatre e i polli che alleviamo. I locali dell’agriturismo sono stati ricavati dalla ristrutturazione della vecchia stalla. Al pian terreno c’è un’ampia stanza che può ospitare 60 persone, una zona relax ed una piccola libreria. Al primo piano sono presenti cinque camere, quattro doppie ed una singola, arredate in modo diverso ognuna con il proprio bagno, dalle cui finestre si può ammirare uno stupendo panorama della campagna circostante e dei monti poco distanti. Nel 2009, vista la crescente necessità di occuparsi di ragazzi e adulti con disagio sociale e psicofisico nel territorio circostante, l’azienda agricola e agrituristica Tina diventa fattoria didattica e sociale allo scopo di offrire una struttura che potesse accompagnare nei percorsi di autonomia abitativa e lavorativa ragazzi in condizioni di difficoltà. In questi ultimi anni si sono sviluppate esperienze personali di attività a supporto delle problematiche del mondo minorile. Siamo due cugini Barbara e Fausto che, con le nostre famiglie, gestiamo un’azienda agricola multifunzionale; ci siamo avvicinati nel mondo del sociale da sempre, con esperienze dei nostri genitori negli affidi famigliari e dando disponibilità degli spazi aziendali a ragazzi che frequentavano centri diurni. L’attività dei ragazzi e adulti con disagio vengono svolte all’interno dell’azienda stessa con educatori aziendali e collaboratori esterni.

Laboratori/Attività :

Laboratorio /Attività: Il progetto nasce con lo scopo di valorizzare e potenziare la collaborazione tra soggetti deboli e realtà produttive della società, intese sia come organismi già costituiti ed operanti che come realtà produttive potenziali (giovani studenti che hanno bisogno di realizzare esperienze nell'ambito delle aziende agricole o nell'ambito del sociale) col fine di creare una sinergia utile tanto per i soggetti deboli che ne entrano a far parte, potendo effettuare attività utili al raggiungimento della massima autonomia possibile di natura sia fisica che psichica, quanto alle aziende in relazione al fatto di poter usufruire della collaborazione di tali soggetti in tratti della filiera produttiva che presentano caratteristiche idonee. Le persone disabili che entrerebbero a far parte del progetto dovranno essere assistite da accompagnatori formati, nell'ambito della stessa azienda, alle peculiarità delle attività che si svolgeranno. Tutti gli altri soggetti che non rientrano nella categoria disabili, potranno seguire le attività in completa autonomia. Nel caso in cui l'utente non venga accompagnato dal proprio operatore la fattoria è in grado di mettere a disposizione un educatore il cui costo sarà concordato in base al grado di disabilitò dell'utente e degli obiettivi prefissati. In ultima analisi si può affermare che l'idea di fondo, che anima i promotori di questo progetto, è fare dell'azienda o di una parte di essa, dal punto di vista produttivo più praticabile, una sorta di palestra dove i soggetti inclusi potranno esercitare le loro capacità organizzative, progettuali, operative e quant'altro attiene alla loro autonomia. ORTO  Semina – piantumazione  Annaffiatura  Cura (togliere erba, legatura, trattamenti naturali contro piante e insetti infestanti,…)  Raccolta  Collaborazione con altri orti in caso di necessità ACCUDIMENTO CAVIE E CONIGLI  Pulizia animali  Pulizia recinti  Nutrimento  Momento di affezione MANUTENZIONE  Costruzione e mantenimento di staccionate, cancelli, segnaletica, giochi  Aiuole e strade TRASFORMAZIONE PRODOTTI A SECONDA DELLA STAGIONE  Raccolta ed essicazione di piante aromatiche e fiori eduli con finalità alimentari (sali aromatici, insaporitori arrosti, ecc…)  Laboratori alternativi (creme, saponi, sacchetti profuma biancheria, ecc…)  Preparazione di marmellate LABORATORIO DI FORMAZIONE  Conoscere le piante dell’orto la loro coltivazione e le qualità nutrizionali.  Le piante spontanee e commestibili (alimurgiche) imparare la loro preparazione in cucina e le loro proprietà.

Dettagli dei laboratori :

Fascia di età : 3 - 12 anni scolaresche, 12 – 16 centro diurno, 16 in su alternanza scuola lavoro
Fascia oraria : Mezza giornata - Mezza giornata pranzo al sacco - Mezza giornata pranzo in azienda - Intera Giornata Pranzo in azienda - Pernottamento
Pernottamento quante notti : da 1 a 4

Politiche COVID/19 :

Ora che il quadro normativo di riferimento nazionale è stato definito, il riavvio dei servizi educativi, quali i centri estivi, sono una parte importante. A partire dal 3 giugno prossimo, sarà consentito lo svolgimento di attività diurne ludiche, ricreative e educative, a favore di minori di età superiore ai 3 anni svolte al chiuso o all’aria aperta nel periodo estivo. Le linee guida e i protocolli di sicurezza stabiliti dalla Regione, tra le varie cose, fissano le distanze interpersonali, il ricorso ai dispositivi di protezione e il numero di massimo di bambini presenti nelle strutture. In questi documenti viene posta grande attenzione alla formazione degli educatori sull’utilizzo dei dpi, ma allo stesso tempo verranno sensibilizzate le famiglie sull’adozione di comportamenti corretti, di modo da evitare rischi di contagio.
SHARE ON :
POST CORRELATI